1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Marcatura laser prodotti


 
Contenuto della pagina
 

Marcatura laser su prodotti


La marcatura di un prodotto avviene generalmente durante la fase iniziale del processo produttivo, questo al fine di gestire, comandare e controllare tutte le fasi successive (tracciabilità avanzamento processi) sulla base dell'identificazione del prodotto. Per la marcatura viene usualmente impiegato il cosiddetto Direct Part Marking (DPM), che può essere sostituito in alcuni casi da etichette ultra-resistenti (antistrappo e antigraffio) stampate a laser DPM.

 

Marcatura laser DPM


La marcatura DPM consente di marcare in modo permanente una parte specifica di un prodotto e garantirne la tracciabilità e la riconoscibilità nel tempo (anche a ritroso). Viene molto utilizzata per marcare scatole in cartone, bottiglie e flaconi in vetro o plastica per indicare data di scadenza, lotto, codice a barre, piccoli grafici o loghi. Vedi Marcatori Datalogic >

 
 

Esistono varie tipologie di marcatori laser professionali che possono essere utilizzati per applicazioni specifiche riguardanti la marcatura di particolari prodotti o imballaggi fatti di materiali come: acciaio, alluminio, ferro, plastica, pvc, cartone, ceramica, ecc.

 
 

.

 

Per la realizzazione di applicazioni di rintracciabilità DPM sono necessari quattro elementi chiave: marcatura (marking), verifica (verifying), lettura (scanning) e comunicazione (communication). Alfacod offre consulenza e l'implementazione di sistemi per tutti i quattro elementi chiave, grazie anche all'utilizzo di macchinari professionali come quelli Datalogic, Cognex, Primera, ecc.