1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Blog


Contenuto della pagina
 
 

La nuova industrializzazione: Manufacturing 4.0


 

L’evoluzione dell'Information Technology cambierà l'industria.Quarta rivoluzione industriale: le aziende italiane sono pronte? In due interessanti articoli, uno di Ivano Steri e l’altro del colosso industriale Bosch, si parla della nuova fase di industrializzazione, caratterizzata dall’unione tra mondo IT e produzione industriale. Gli addetti ai lavori la chiamano rivoluzione perché, nel futuro prossimo, qualsiasi tipo di produzione o trasformazione saranno legate all’Information Technology.

 

Industry 4.0
Internet of Things, High Communication (tra persone, prodotti, sistemi e macchine), Control Systems (sistemi di auto-controllo e gestione della produzione con sensori e cyber-robot in grado di decidere).

 
 

Dopo il vapore (prima), l’elettricità (seconda) e i computer (terza), il volano della quarta sarà l’Internet of Things e la sua integrazione all’interno dei processi industriali.

“Stiamo assistendo alla dissoluzione della gerarchia nella produzione classica, con un salto dal controllo centralizzato alla decentralizzazione auto-organizzata".
- Dr. Siegfried Dais, Bosch

 
 

Avvento della quarta rivoluzione industrialeGli esperti parlano di “quarta rivoluzione industriale” e con buona ragione, perché non solo l’Internet delle Cose (IoT) sta trasformando il controllo in fabbrica e nelle strutture produttive, ma sta anche aumentando l'agilità e la flessibilità nei processi di produzione. l’IoT ci permetterà di migliorare la produttività, ottimizzando la produzione di serie con multi-variante.

L’IoT permetterà alle aziende di coinvolgere i loro clienti più da vicino nel processo di produzione e di reagire più velocemente alle mutevoli esigenze e cambiamenti del mercato. Big bang o sviluppo evolutivo? Lo scenario prevede un processo di produzione con auto-controllo, in cui la produzione reagisce autonomamente alle variazioni, ai guasti e prende le misure di correzione in caso di necessità. Attualmente siamo solo all'inizio di questa rivoluzione, alcune parole possono sembrare altisonanti e forse futuristiche, ma vedrete, la produzione con auto-controllo arriverà più velocemente di quanto possiate pensare.

 

 
 

.

 
 

Le dimensioni tecnologiche del Manifacturing 4.0Boston Consulting Group ha pubblicato un interessante manuale in cui evidenzia le 9 aree tecnologiche che daranno vita alla trasformazione dell'industria del futuro: 

- Sistemi di integrazione verticali e orizzontali: in parole più semplici, parliamo di sfruttare l’IT per fare networking fra i dipartimenti aziendali e fra i partner della catena di valore. 

- Internet of Things:dispositivi che comunicano fra loro e sensori intelligenti per far comunicare e interagire le macchine fra loro e con sistemi di controllo centralizzati. Risultato? Una migliore automazione dei processi. 

- Cybersecurity: se milioni di computer e device comunicano fra loro, la sicurezza è a forte rischio: di qui la necessità di protocolli di sicurezza sempre più sofisticati ed efficaci. 

- Cloud: la gestione flessibile di dispositivi, memoria e dati. Molti sistemi di controllo industriali migreranno verso il cloud. 

- Big data analytics: i dati rivoluzioneranno il marketing, la produzione e la strategia d'azienda. Produrremo solo e in base alle ricerche di mercato e dei target specifici di clientela. 

- Stampa 3D:la stampa 3D sarà sempre più utilizzata, anche in settori sperimentali o non propri della produzione, perché offre creazione immediata, personalizzata e precisa. 

- Realtà aumentata:avrà un ruolo importante nell’incrementare la produttività e aiutare a prendere decisioni più efficaci. Due possibili applicazioni, fra le tante: formazione del personale e istruzioni “digitali” sul posto di lavoro. 

- Robot: i robot nell’industria attuale non sono altro che braccia meccaniche in aiuto all’assemblaggio dei pezzi o allo spostamento lungo le catene di montaggio, in futuro però, la robotica permetterà di utilizzare veri e propri robot pensanti in grado di decidere quale soluzione prendere (della lista disponibile) in base alle necessità del caso.