1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Blog


Contenuto della pagina
 
 

Ecco perché dovresti cambiare il tuo WMS


ecco-perche-dovresti-cambiare-wms-900x300px

Il warehouse management system (WMS) è da sempre al tempo stesso croce e delizia per ogni azienda. Strumento indispensabile per poter organizzare e tenere traccia delle attività logistiche in qualsiasi ambito, questo software però è spesso visto come una matassa ingarbugliata nella quale diventa difficile districarsi ogni qualvolta è necessario un intervento di aggiornamento o di adeguamento alle nuove tecnologie e normative.

 

Quando il WMS diventa un problema

Le ragioni di tale situazione sono molteplici. La prima, più banale, è da ricercare nell'entità dell'investimento. Avendo un costo relativamente elevato, quando un'azienda installa un WMS e configura le sue varie fasi cercando di adattarle il più possibile alle proprie attività quotidiane (o, molto peggio, adatta le proprie attività quotidiane a quelle previste dal WMS) le lascia cristallizzate per anni, con il prevedibile risultato di trovarsi in situazioni in cui le funzionalità del proprio WMS risultano obsolete rispetto agli effettivi bisogni e all'inevitabile cambiamento di processi che si rendono indispensabili nel corso del tempo. Per dover ammortizzare quanto investito e per l'"ansia" di dover ricostruire le logiche alla base della scelta e della configurazione del WMS, pensate magari da persone che non lavorano più in azienda, la via più battuta è quella di lasciare tutto com'è, pur essendo consapevoli che ogni giorno con uno strumento non idoneo vuol dire camminare nella direzione esattamente opposta al traguardo per cui il WMS era stato acquistato: l'efficienza delle attività logistiche.

 
 

.

 
 

I limiti dei software tradizionali

Il vero limite dei WMS tradizionali è quello di essere stati concepiti per esigenze considerate standard ovvero pensando che le attività che il WMS era chiamato a gestire fossero le medesime per qualsiasi azienda e grosso modo per qualsiasi settore. A questo si aggiunge che questi software sono stati realizzati in maniera monolitica, dando pochissimo spazio a personalizzazioni e creazione di task specifici per esigenze particolari. In sostanza questi WMS, per quanto potenti, non hanno tenuto conto non solo del fatto che ogni azienda è differente dall'altra, ma che l'interpretazione del lavoro e la definizione dei processi cambiano da reparto a reparto, da azienda a azienda, da settore a settore. 

 
perché-scegliere-wms-evoluto-alfacod
 

La nuova frontiera: i WMS Evo

Proprio per colmare queste evidenti lacune dei WMS che siamo abituati a conoscere, sta nascendo in questo periodo una nuova generazione di Warehouse Management Systems, i cosiddetti WMS Evo o, in italiano, evoluti. Col termine "evoluto", in programmazione ci si riferisce a prodotti (software in questo caso) realizzati non in maniera standard, bensì "cuciti addosso" alle necessità specifiche di qualsiasi azienda. Questo si concretizza, ad esempio, nella creazione di suite modulari, in cui ogni azienda può decidere di acquistare solo i moduli che le servono effettivamente e non fare incetta di funzionalità che non solo non userà mai, ma che finiranno per creare inutile complessità. Si è usato il termine "acquistare" ma, in realtà, un WMS veramente evoluto è utilizzabile "a noleggio" attraverso licenze rinnovabili (ad esempio annualmente) e completamente in cloud.
Il secondo grande carattere di novità di un WMS evoluto è quello della compatibilità tecnologica. Un WMS infatti non deve essere visto come un mero contenitore di dati inerenti la logistica, bensì deve rappresentare il cuore pulsante del magazzino andando a integrarsi con tutti i device le tecnologie che si intende impiegare per perseguire l'efficienza come smartphone, tablet, terminali, stampanti, scanner barcode ma anche voicepicking, sistemi di geolocalizzazione in tempo reale (RTLS), mezzi a navigazione nativa (gli ormai noti robottini impiegati per il trasporto di prodotti ecc.) e quant'altro.

 

eagle-management-system-wms-evoluto-alfacod

Eagle Management System

Scopri Eagle Management System (EMS) il WMS evoluto di Alfacod.
Vai alla pagina >>

 

 

Le funzionalità del futuro

Quello che inizialmente avevamo individuato come un limite dei WMS, può invece rivelarsi una risorsa. Il fatto che questo tipo di software rappresenti un investimento di ampio respiro per l'azienda è stato uno stimolo per i WMS evoluti per andare a prevedere l'implementazione di moduli (anche in un secondo momento) dedicati a tecnologie e procedure ancora non di uso comune ma che, senz'altro, vedranno un boom di utilizzo nei magazzini e nelle aree logistiche del futuro. Uno di questi è la navigazione, finalizzata all'individuazione dei percorsi ottimali per i mezzi impiegati in magazzino per riuscire a compiere più missioni in meno tempo, riducendo tempi morti e sprechi di risorse. Un altro punto di sviluppo è rappresentato dalla sicurezza. Grazie alla geolocalizzazione di tutti gli attori dello scenario logistico (mezzi, persone, merci, prodotti ecc.) è possibile evitare collisioni tra veicoli, schiacciamenti di operatori e altri eventi drammatici. Tutto ciò è possibile grazie ad un modulo che fornisca all'azienda la possibilità di collegare al WMS un sistema di geolocalizzazione in tempo reale (RTLS) per studiare, attraverso attività di analytics, i migliori percorsi e l'organizzazione dei processi più efficienti.

 
 

.