1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Blog


Contenuto della pagina
 
 

Tracciabilità alimentare: come sappiamo cosa portiamo in tavola


tracciabilità-alimentare-come-sappiamo-cosa-portiamo-in-tavola(964x300)

Il tema della tracciabilità dei prodotti alimentari è diventato (per fortuna) sempre più sentito dai consumatori. Tutti noi vogliamo sapere con certezza cosa portiamo sulle nostre tavole, da dove proviene, come è stato lavorato e trasformato. Questa maggiore attenzione verso il tema della tracciabilità alimentare è stata dettata anche dall'introduzione di nuove normative, sia a livello europeo che nazionale, più stringenti rispetto al passato sul "percorso di vita" degli alimenti.

 

Tracciabilità alimentare ed etichetta: cosa ci dice il codice a barre

Il primo alleato nella rincorsa alla tracciabilità alimentare è la carta di identità del prodotto: il suo codice a barre. Ogni prodotto, anche sfuso, ha un'etichetta che presenta un codice a barre. Questo può essere di varie tipologie, dal classico codice lineare ai codici 2D (ad esempio il QR Code). Nel mondo del Food & Beverage, prevale soprattutto il GS1 13, il tipico codice a barre lineare con 13 cifre. Le prime 3 cifre, in particolare, ci dicono il paese di origine del produttore o del fornitore (nel caso dell'Italia le cifre di riferimento sono quelle comprese nell'intervallo tra 800 e 839). Le 4 cifre seguenti si riferiscono al proprietario del marchio del prodotto e al suo indirizzo. Con le 5 cifre successive viene identificato il prodotto vero e proprio, mentre l'ultima cifra serve come verifica. 

 

.

 

Come evidente, si tratta di informazioni molto preziose riguardo all'alimento o alla bevanda che finirà sulla nostra tavola. Ad esempio possiamo sapere se è stato prodotto in Italia o è stato importato e, in tal caso, da quale Paese e da quale fornitore. Possiamo conoscere il proprietario del marchio che commercializza il prodotto (molto spesso non coincide col brand che vediamo sulla confezione) e dove opera. Insomma, un buon bottino di informazioni ma, di certo, non ci accontentiamo.

 
 

.

 
 

Manufacturing Execution System (MES): tracciabilità alimentare totale

Per una tracciabilità totale dei prodotti alimentari la soluzione si chiama Manufacturing Execution System o, semplicemente, MES. Cosa è un MES? Letteralmente la traduzione è Sistema per l'esecuzione della produzione, in parole più semplici (e più adatte alla nostra lingua) un MES è un software che permette di tenere traccia dell'intero processo produttivo: dall'approvvigionamento delle materie prime, fino alla distribuzione al supermercato in cui il prodotto verrà venduto. Per un'azienda produttrice, dotarsi di un MES potente, affidabile e flessibile come il MES SecureTrack di Alfacod è fondamentale perché le logiche di un produttore alimentare cambiano da settore a settore e da azienda ad azienda.

 
.
 

Grazie all'aggiornamento del MES ad ogni passaggio produttivo, ad ogni lavorazione e ad ogni processo lungo tutta la filiera, sarà possibile non solo conoscere ogni componente e ogni trasformazione che il prodotto subisce, ma anche risalirvi in qualsiasi momento. Il lavoro del MES avviene in combinazione con quello del codice a barre, poiché ogni materia prima arriva con una sua etichetta d'accompagnamento che ne garantisce a sua volta la tracciabilità, e gli stessi step produttivi vengono considerati completati solo a fronte di una lettura di un barcode corrispondente a quella fase di produzione.