1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Blog


Contenuto della pagina
 
 

La Logistica multicanale spinge il business


 

Il mondo della Logistica di magazzino è investito da un'ondata di innovazione, in parte guidata dalla transizione verso la multicanalità, perfetta per risponde alle nuove esigenze del consumatore moderno.

Oggi le aziende richiedono soluzioni tecnologiche che aiutino l'operatore a mantenere il pieno controllo di macchine e sistemi, che migliorino e garantiscano la velocità e la qualità del servizio offerto al consumatore, offrendo margini di riduzione dei costi. Inoltre, la Logistica deve offrire moderne soluzioni per una gestione sempre più efficiente di spazi e flussi pallet all'interno del magazzino con un monitoraggio globale in tempo reale.

 

Costi operativi in magazzino
> Il 55% dei costi operativi è rappresentato dal picking
> L'80% degli addetti al prelievo riorganizza i pallet durante il picking per rendere stabile il carrello
> Costi ancora troppo alti per prelievi errati
> Perdita di tempo per variazioni di ingombro

(Marcel Van Schijndel, CEO di RSW)

 
 

.

 
 

Nell'ambito della Logistica di magazzino, un aspetto spesso sottovalutato nei processi manuali di orderpicking è quello della riorganizzazione dei pallet durante il processo di preparazione dell'ordine. Gli addetti sprecano molto del loro tempo a disposizione per riorganizzare i pallet sul carrello ed i prelievi errati e le variazioni di ingombro comportano un aumento notevole dei costi. Inoltre, la preparazione di un pallet perfetto (pronto al carico) è ancora un'attività che richiede molto tempo, spiega Marcel Van Schijndel (CEO di RSW).

SOLUZIONI INTELLIGENTI
E' proprio nell'ambito dell'offerta di nuove soluzioni logistiche intelligenti che negli ultimi due anni si è registrato un'interessante spinta per il business. Molte aziende produttrici di software e hardware si sono specializzate nella ricerca di soluzioni che potessero migliorare gli standard di performance, gestione, precisione e sicurezza per le attività logistiche (sia manuali che con carrelli elevatori). Si parla infatti di:

Impilaggio assistito: software che guida l'operatore all'impilaggio intelligente, tramite percorsi precalcolati.

Vision con telecamera: soluzione con puntatore laser e telecamera montati sul carrello commissionatore, integrabili su carrelli per pallet singoli, doppi o per roll-container.

Navigazione guidata: software con mappatura 3D del magazzino che assiste il guidatore indicando i pallet da prendere e dove andare a posizionarli (azzerando gli errori di prelievo).

Automazione multicanale: hub-software per la gestione di ogni tipo di dispositivo presente in magazzino o sulle linee di produzione, riesce a decidere in autonomia "cosa fare/casa far fare" anche in caso di variazioni di lavoro o di eventi straordinari (controlla carrelli automatici LGV, tapis-roulant, ralle di indirizzamento, applicatori etichette, sistemi di packaging, fasciatori automatici pallet, scanner fissi e di visione industriale, altri software di gestione, si interfaccia al WMS, ecc.).

 

CASO IKEA

Tutti gli store italiani IKEA sono stati forniti di un'innovativa Piattaforma elettrica a pantografo, la Haulotte Compact14, macchina in grado di lavorare fino a 14m di altezza con cesta estensibile. La particolarità di questo macchinario sono le ridotte dimensioni (solo 1,20m) ideale per un utilizzo in spazi particolarmente ristretti come le corsie di magazzini e depositi con prodotti di medio-piccole dimensioni, come quello di IKEA.

 
 

CASO PRODUTTORE ITALIANO DI PASSATA DI POMODORO

Alfacod ha creato uno smart hub interfacciato al gestionale aziendale, coadiuvato dal software Eagle Automation per la gestione completa ed automatizzata dell'etichettatura e delle comunicazioni tra Applicatori, Navetta LGV, Postazioni Linee di produzione, Gestionale aziendale. Vai al caso >

 
 

CASO FLORIM

Florim produce ed esporta ceramica in tutto il mondo. La necessità era quella di implementare un Sistema Logistico con mappatura 3D del magazzino in grado di guidare gli addetti ai carrelli nell'individuazione certa del pallet da caricare, indicando loro su schermo la posizione dove rilasciarlo e gestire in automatico il flusso dati con generazione dei percorsi ottimali per diminuire i costi di gestione. Questo software si chiama Eagle Nav.

 
 

CASO AMAZON

I centri di distribuzione di Amazon sono un concentrato di tecnologie innovative. Tra le soluzioni spiccano i robot Kiva, ormai diffusi in oltre 15.000 centri Amazon. A questi si aggiungono i Robo-Stow, bracci robotici in grado di muovere elevate quantità di stock per la preparazione di ordini. Inoltre, sono stati implementati nuovi sistemi di visione che consentono lo scarico e la ricezione di un intero rimorchio in 30 minuti, anziché un'ora.

 
 
 

Fonti: alcuni dati sono stati ripresi da GDOWeek settembre 2015