1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina
 
 

La differenza tra tracciabilità e rintracciabilità


differenza-tracciabilità-rintracciailità(964x300)
 

Che differenza esiste tra "tracciabilità" e "rintracciabilità"? Iniziamo dalle loro definizioni: 

Con tracciabilità si intende quel processo volto a tenere traccia di tutti gli elementi in ingresso che vanno a creare, modificare o trasformare un prodotto, sia alimentare, chimico, industriale o logistico. 

Per rintracciabilità si intende il processo che torna indietro nella catena di produzione di un prodotto, al fine di ricercare un preciso evento o un'azione. 

I due processi (di tracciabilità e rintracciabilità) seguono entrambi la logica di una raccolta ordinata di informazioni durante precisi iter o processi che portano alla realizzazione del prodotto (che sia parziale o finito) e consentono di verificare ed identificare anche a ritroso ogni singola azione svolta. La tracciabilità è, in sostanza, un processo di comunicazione e di archiviazione dati: "comunico cosa sto facendo mentre lo sto facendo e lo archivio come dato, in modo che chi verrà dopo di me sappia con precisione cosa è stato fatto, quando ed in che modo".
Possiamo pertanto andare a formulare le seguenti nuove definizioni:
Tracciabilità: comunicazione di ogni singolo processo, ciò consente di conoscere le diverse fasi di trasformazione di un prodotto.

Rintracciabilità: comunicazione di ogni singolo processo ed archiviazione in dati informatici, ciò consente di conoscere ed individuare, in qualsiasi momento, anche a ritroso nel tempo i dettagli di ogni singola fase di trasformazione di un prodotto.

 

segui-alfacod-youtube(400x100).

 

Come approccio di base la tracciabilità parte dalle materie prime, dai semilavorati e dalle risorse, attraverso il processo produttivo, fino ad arrivare al prodotto finito. Mentre la rintracciabilità fa il percorso inverso. Per ottenere un buon processo di tracciabilità, devono essere definiti a priori:

1. Le caratteristiche del prodotto che si intende realizzare
2. Le caratteristiche delle materie prime che entrano nella realizzazione
3. Il personale e le attrezzature utilizzati
4. I processi che entrano nel ciclo produttivo

I primi due punti di tracciabilità garantiscono in futuro l'individuazione della materia prima che ha generato una non conformità. Il terzo punto è relativo al processo di trasformazione delle materie prime: data, personale, attrezzature utilizzate, parametri di processo impostati. Questo terzo punto permetterà di individuare eventuali anomalie nel processo produttivo.

La tracciabilità consente anche il controllo dei semilavorati in uscita: metodo di controllo, data, strumento di controllo. In sequenza è quindi possibile identificare tutti i punti nodali del sistema di tracciabilità, sempre con l'ottica di garantire il percorso a ritroso (rintracciabilità) e la possibilità di individuare la causa di una non conformità. Lotto e punti di tracciabilità devono essere correlati ad un'identificazione di un gruppo di prodotti omogenei. In alcuni casi l'identificazione viene eseguita per singolo prodotto (numero di serie).

I processi realizzativi di un prodotto possono essere molteplici (in base alla sua natura: alimentare, industriale, chimico, logistico, ecc.). I prodotti finiti con uguale numero di lotto dovrebbero avere avuto una storia "realizzativa" univoca e derivare dalle stesse materie prime.

 
calltoaction-alfacod.
 

Tracciabilità alimentare

L'Unione Europea ha stabilito che, dal 1° gennaio 2005, gli operatori del settore alimentare devono dare obbligatoriamente delle indicazioni relative alle origini dei prodotti e chi è intervenuto nelle singole fasi di produzione lungo tutta la filieraCarne, uova e prodotti ortofrutticoli devono riportare, sulla confezione, una serie di informazioni che permettono di conoscere il percorso di un alimento, dalla produzione alla tavola, rendendolo "tracciabile".

tracciabilità-alimentare(650x288)

Le informazioni di "tracciabilità" compaiono sulle confezioni in forma di codice alfanumerico, una sequenza di lettere e numeri dove ogni lettera e ogni numero hanno un preciso significato. 

CARNE
Le informazioni in etichetta devono riguardare: 
- il paese di nascita dell’animale;
- l’allevamento dove l’animale è cresciuto;
- il macello dove l’animale è stato abbattuto e trasformato in carcassa;
- il luogo del sezionamento della carcassa in tagli commerciali.

UOVA
Le informazioni sulle uova riguardano:
- il sistema di allevamento (‘0’ significa biologico, ‘1’ all’aperto, ‘2’ a terra e ‘3’ in gabbia);
- il Paese, il comune e la provincia di provenienza;
- l’allevamento in cui l’uovo è stato prodotto, il peso e data di deposizione (o di scadenza) del prodotto.

ORTOFRUTTA 
E’ difficile dare delle garanzie di sicurezza ai consumatori per i prodotti del comparto dell’ortofrutta perché il consumo avviene quasi sempre allo stato di ‘fresco’. 
I dati da riportare sull’etichetta per legge sono:
- il nome e indirizzo dell’imballatore;
- la natura del prodotto;
- il Paese di provenienza.

 

segui-alfacod-linkedin(400x100).

 

Software di Tracciabilità/Rintracciabilità

SecureTrack gestisce con totale sicurezza l'intera catena produttiva, fornendo la documentazione necessaria in base alle normative vigenti: dal ricevimento delle materie prime alla spedizione del prodotto finito, un controllo completo di ogni singola fase produttiva, di lavorazione, di movimentazione e di magazzino o spedizione. Il software consente l'individuazione della tracciabilità e della rintracciabilità di processi e lavorazioni subite per la creazione di un prodotto, anche a posteriori (che si tratti di un prodotto industriale, chimico, alimentare o logistico).
I dati registrati sul sistema di elaborazione centrale garantiscono la rintracciabilità completa, ascendente e discendente, di processi e prodotti. A partire da un lotto è possibile risalire alle lavorazioni svolte, agli ambienti in cui è stato lavorato, ai tempi di permanenza in ogni ambiente. A partire da un codice tracciabilità apposto in fase di spedizione, si recupera la storia del prodotto nello stabilimento, le lavorazioni e gli ambienti attraversati, risalendo al lotto di appartenenza ed al suo percorso. Vai al software SecureTrack >

 
 
 
 
 

Scopri le nostre soluzioni di lettura codici a barre!