Articoli

IL NUOVO STANDARD AC - WIFI 802.11/ac 
COSA E' L'802.11ac: è lo standard WiFi di nuova generazione, costruito sull'IEEE 802.11n consente il miglioramento della velocità dei dati, una maggiore solidità della rete, la totale affidabilità e l'incremento della larghezza di banda RF (radio frequenza).
La tendenza del BYOD è ormai diffusa. Grazie al WiFi di 4a generazione e allo standard 802.11ac sarà semplicissimo poter connettere e gestire/controllare in autonomia e sicurezza centinaia di dispositivi in contemporanea. Rete più solida e ad alta capacità di connessione, grazie a Meru Networks.

BYOD (bring your own device): Per la maggior parte degli adulti che lavorano, i propri telefoni o tablet sono diventati uno strumento indispensabile da portarsi ovunque, anche al lavoro. Circa il 38% dei lavoratori utilizzano uno smartphone di ultima generazione e sempre più spesso li utilizzano in affiancamento anche a tablet come vero e proprio strumento di lavoro. Scopri Mobile Flex >

LE SFIDE DATE DAL BYOD (necessità di larghezza di banda): L'incremento nell'utilizzo di applicazioni mobile e di tablet ha determinato l'accelerazione delle richieste di banda larga. Le vecchie reti non sono sufficienti. Questa domanda è guidata, per gran parte, dalla necessità di visualizzare video in streaming, documenti di grandissime dimensioni e VoIP.

Gli utenti oggi si domandano: "se funziona a casa, perché non dovrebbe a lavoro?”. Questa nuova richiesta sta mettendo a dura prova le reti WiFi e con l'arrivo di nuovi device più potenti, le aziende saranno obbligate a riprogettare la rete aziendale, a meno che non abbia già installato il WiFi di 4a generazione di Meru.
wifi tecnologia ac schema device

Gartner predice che l’80% delle reti WiFi aziendali saranno obsolete entro il 2015. Inoltre, dice che aumenterà l'impiego di tablet e questi necessiteranno del 300% in più di capacità WiFi per lavorare in modo adeguato.

IL NUOVO STANDARD 802.11ac

E' la nuova aggiunta alla famiglia degli standard IEEE 802.11, l’802.11ac è stato definito con l'obiettivo di apportare aumento significativo nella larghezza di banda e migliorare l'affidabilità della connessione wireless. L'802.11ac offre alla single-radio una velocità dati wireless di oltre 1Gbps, inoltre, da non dimenticare, l’802.11ac continua a supportare anche i device con standard precedenti a/b/g/n cioè mantiene la compatibilità retroattiva con le generazioni 802.11 nella banda 5GHz.

L’802.11ac migliora sia gli strati fisici che gli strati di controllo degli accessi media (MAC) dello standard 802.11, permettendo miglioramenti significativi nel range wireless e nella copertura di banda 5GHz. L’802.11ac sarà in grado di tener fede alle sue promesse di VHT, con prestazioni single radio che eccedono 1 Gbps. Come spesso accade, l’802.11ac sarà adottata per prima nell'ambito consumer. Successivamente, una nuova ondata di tablet userà a proprio vantaggio l’802.11ac come parte del proprio supporto per i video ad altissima definizione. Gli smartphone verranno allora riprogettati per supportare il WiFi all’interno della banda 5 GHz, progettata per i nuovi chipset 802.11ac. 

Per le organizzazioni/aziende, l’802.11ac rappresenta il modo migliore di dispiegare il WiFi all’interno della banda 5GHz. Mentre ci sarà sicuramente bisogno di supportare client 802.11ac nelle reti aziendali, e questa non è la sola ragione per effettuare un upgrade del WiFi aziendale alla tecnologia 802.11ac.

 

   MOBILE FLEX, IL WIFI DEL FUTURO (l'architettura per le reti LAN del futuro)
Mobile Flex 

Mobile-Flex è un'architettura wireless che offre al personale IT il controllo totale della rete, di cui hanno bisogno: gestione della capacità di banda in base al tipo di dispositivi presenti, differenziazione di banda, selezione di entrata, ecc. Inoltre, Mobile-Flex introduce il concetto di (CLAs Context-aware Application Layers) dove le applicazioni di lavoro importanti possono essere isolate e mantenere sicurezza per la loro performance utilizzando un canale RF (radio frequenza). 

Maggiori informazioni su Mobile-Flex >

 

IN QUALE MODO MERU MASSIMIZZA L'EFFICIENZA DEL NUOVO STANDARD 802.11ac?

La tecnologia WiFi di Meru è stata progettata per massimizzare il nuovo standard 802.11ac, per questo Meru si rivelerà il migliore WiFi da adottare. Anche se i WiFi concorrenti svilupperanno AP per l'utilizzo dell'802.11ac e raggiungere l'alta velocità scambio-dati come Meru, è però vero che non riusciranno a risolvere il problema del limite dei MHz di canale a disposizione, un limite fisico, in parole povere non avranno modo di incrementare la rete in caso di necessità (no scalabilità). Meru invece, grazie alla sua tecnologia brevettata, è la sola ad offrire totale scalabilità grazie ai Layer (strati di canali, reti parallele indipendenti). Questo è uno dei punti di forza di Meru, offrire la possibilità di far lavorare gruppi di Access Point sullo stesso canale e allo stesso tempo creare Layer sovrapposti di più reti wireless aziendali coesistenti, l'una indipendente all'altra.

Meru WiFi comparazione tecnologia dei canali

Grazie a Meru, un'azienda può decidere ad esempio di avere 3 reti sovrapposte: Una dedicata ai dispositivi barcode industriali, una per i tablet e smartphone da lavoro e l'altra per tutto il resto dei dispositivi da ufficio come Notebook e PC. I 3 layer/reti non si disturbano tra loro, e l'intera architettura viene gestita e supervisionata dal potente software "Network Manager" che consente il controllo totale su ogni singola connessione/client.

Le reti Meru non soffriranno degli stessi problemi dei WiFi concorrenti, Meru non avrà limitazione sul numero di dispositivi connessi in simultanea perchè può usufruire dei Layer e quindi una scalabilità (aumento di rete) notevole.

L’IEEE 802.11ac RICHIEDERA' SMONTAGGIO E SOSTITUZIONE DEGLI APPARATI 802.11n?

Non necessariamente. In molte implementazioni il software di rete come il sistema operativo di rete e l’applicazione della gestione di rete opereranno sullo stesso sistema già in uso. Solo gli AP saranno candidati alla sostituzione, ma anche questo dipenderà dai requisiti dell'Access Point stesso. L'802.11ac può essere introdotto come un rivestimento alla rete esistente 802.11n e come supporto ai device per 2.4 GHz b/g/n. L’802.11n non verrà dismesso dall’802.11ac. I due standard coesisteranno all’interno delle reti wireless delle organizzazioni per continuare a supportare l’eredità dei device nella banda 2.4GHz. Un modo per vedere l’802.11ac è come superset dell’802.11n, operante nella banda 5GHz. I client WiFi con tecnologia 802.11ac opereranno senza interruzioni nelle infrastrutture 802.11n e performeranno bene quanto i migliori client 802.11n a 5GHz. Per contro, le infrastrutture 802.11ac supporteranno client 802.11n 5GHz a piena performance con la migliore copertura possibile.

 

CONCLUSIONE

L’IEEE 802.11ac fornirà uno throughput molto alto (VHT) per i device multimediali in streaming, miglioramenti di range, capacità di sistema espansa ed una flessibilità di rete alle interferenze, promuovendo le performance delle applicazioni  per qualsiasi organizzazione con alta densità di device mobile. I prodotti di largo consumo  che supportano streaming video ad alta definizione basati sul 802.11ac arriveranno sul mercato nella prima metà del 2012. In seguito a ciò i laptop ed i tablet su base 802.11ac saranno commercialmente disponibili e il trend BYOD obbligherà le reti aziendali a supportare il 802.11ac. Fortunatamente, la tecnologia 802.11ac può essere facilmente integrata nella rete WiFi esistente di un’organizzazione e aggiungerà la larghezza di banda per supportare l’influsso dei nuovi device WiFi.

Meru Networks è molto interessata dalle potenzialità delle applicazioni aziendali per il nuovo standard IEEE802.11ac, poiché il progetto 802.11ac è complementare all’architettura wireless virtualizzata già ideata da Meru. Meru era stata definita un visionario tecnologico, oggi ci stiamo rendendo conto che quella visione è il nostro presente.


Confronto tra standard 802.11n e il nuovo 802.11ac

 

IEEE 802.11n

IEEE 802.11ac

Frequenza di banda

2.4 GHz e 5 GHz

Solo 5 GHz

Ampiezza di canale

20, 40 MHz

20, 40, 80MHz 160 MHz opzionale

Flussi spaziali

Da 1 a 4

Da 1 a 8 totali fino a 4 per client

MIMO multiutente

No

Si

Flusso singolo (1x1) velocità massima dati client

150 Mbps

450 Mbps

Tre flussi (3x3) velocità massima dati client

450 Mbps

1.3 Gbps

 

Se sei interessato ad un ulteriore approfondimento puoi fare domande e fare richiesta del materiale a: comunicazione@alfacod.it.

 
linea
 
Richiedi informazioni
White paper
Casi di successo
Approfondimenti
 
linea